Best Practice

Era digitale… Cosa vuol dire per un’impresa?

- di Marco Tavazza

Oggi più che mai sta maturando una nuova consapevolezza

e cioè che le imprese di ogni tipo e dimensione, per rimanere competitive sul mercato, debbano inevitabilmente confrontarsi con i profondi effetti che impone la digitalizzazione, pena l'inevitabile estinzione.
Questa nuova cultura trasversale, potenziale moltiplicatore di opportunità, stimola e sollecita il processo innovativo.

Tuttavia, più si tarda ad accoglierla e a contestualizzarla, più si esacerba la necessità di riprogettare rapidamente l’architettura dell’organizzazione per adeguarla alle nuove e crescenti necessità. 

Si pensi a impieghi e funzioni che cambiano, allo stesso recruiting completamente trasformato dai social e dagli analytics o all'introduzione di nuovi modelli operativi e di gestione;  oppure al Time Management, che viene rivoluzionato dalle nuove tecnologie e alla nascita di una straordinaria mentalità, che impatta su generazioni differenti, alimentando anche perplessità, atteggiamenti di resistenza e, quindi, di rallentamento delle performance individuali e aziendali.

In questo scenario, assumono un’importanza strategica sia il Change Management, sia la formazione.

Il primo, responsabile, in ultima analisi, dei processi di comunicazione che devono rendere fruibili e comprensibili  le informazioni riguardanti il cambiamento e  i suoi effetti, anche a persone con mentalità e orientamenti diversi. La seconda, utile ad avviare attività di riqualificazione delle risorse coinvolte nei percorsi di innovazione e determinare un processo di miglioramento continuo.
 
L’impresa è un'organizzazione complessa e la centralità del capitale umano è immutabile; infatti, contrariamente ai timori che hanno origine dallo smantellamento delle vecchie abitudini o dalla sola prospettiva di un cambiamento, il digitale non elimina il prezioso contributo di ciascuna risorsa, ma consente altresì progressive interazioni in grado di valorizzare l'intelligenza, la creatività e la progettualità.

È dunque fondamentale che questo nuovo livello di complessità stimoli imprenditori e manager, la cui trasparenza diventa un nuovo asset, ad essere leader innanzitutto della propria evoluzione, acquisendo non solo nuove competenze su terreni diversi per governare responsabilmente e proattivamente la trasformazione ma, anche e soprattutto, impegnandosi in percorsi di crescita personale per imparare a “guardare fuori”, studiare nuovi modelli di imprenditorialità per saper intercettare l'impatto delle nuove tecnologie e culture sui modelli di business.

La strada del cambiamento è tracciata, l'innovazione corre e bisogna tenere il passo, convivendo con la trasformazione.

I nuovi leader, integratori e gestori di esperienze, devono creare desiderio attraverso la condivisione della propria Vision e rendere l'impresa più agile, abbandonando l’approccio verticistico del lavoro e ragionando per responsabilità diffusa.

L’assenza di competenze, sensibilità, comunicazione, marketing e tempo è oggi errore irreparabile. 

Come sempre la variabile critica del successo di un'azienda è la velocità e, in questo caso, la transizione da un vecchio modello a quello nuovo determina l’esistenza, l'identità e il suo posizionamento sul mercato competitivo.
Add new comment
RadEditor - HTML WYSIWYG Editor. MS Word-like content editing experience thanks to a rich set of formatting tools, dropdowns, dialogs, system modules and built-in spell-check.
RadEditor's components - toolbar, content area, modes and modules
   
Toolbar's wrapper  
Content area wrapper
RadEditor's bottom area: Design, Html and Preview modes, Statistics module and resize handle.
It contains RadEditor's Modes/views (HTML, Design and Preview), Statistics and Resizer
Editor Mode buttonsStatistics moduleEditor resizer
 
 
RadEditor's Modules - special tools used to provide extra information such as Tag Inspector, Real Time HTML Viewer, Tag Properties and other.
   
Antispam
 

Scarica l'app Noleggia 1 Manager
Effettua il download per il tuo smartphone
Anche questi imprenditori avevano bisogno delle stesse risposte e le hanno avute:
Best Practice
 Diritto all'oblìo
X
Responsabile Privacy – DPO Marco Travaglini,
nato a Rieti il 14.10.1977, residente in Roma, via Cutilia 47
Per informazioni e richieste privacy:
Tel  +39 06 92 95 90 88
Mail info@mamaindustry.com
Copyright 2017 ® - MAMA Industry P.IVA 14080391007
Designed by MamaIndustry - Powered by Giap Informatica