Best Practice

Come utilizzare i social media per il tuo piccolo business: inizia in 5 step

- di Vittoria Citarelli
Non è necessario conoscere tutte le piattaforme di social media per mettere in atto una strategia con questi canali. Puoi concentrarti anche solo su una o due piattaforme, l’importante è scegliere quella giusta e conoscerla nei suoi vari aspetti contestuali al tuo obiettivo.

Difficile? Prova a seguire questi passi…

Per cominciare, poniti delle domande e decidi in base alle risposte.

1. Quali sono i social media più adatti per la tua azienda?
2. Quali sono gli obiettivi che vuoi raggiungere utilizzando i social media?
3. Come intendi misurare il successo del tuo social media plan?
4. Qual è il budget per il tuo piano di social media?
5. Chi implementerà il piano della tua piccola impresa?
Come utilizzare i social media per il tuo piccolo business: inizia in 5 step Come utilizzare i social media

1. Quali sono i social media più adatti per la tua azienda?

Risposta facile: quelli che i tuoi potenziali clienti usano!
Devi tener conto che un social media non vale l’altro: ognuno si rivolge ad un pubblico diverso ed offre funzionalità differenti.

- Facebook: ha una enorme audience profilata in base a demografia e interessi, permette di coinvolgere, attirare traffico e raggiungere un vasto pubblico;
- Twitter: utilizzato da un’utenza sui 30-40 anni, permette di informare e condividere attirando l’attenzione di profili autorevoli di settore.
- Linkedin: è una grande rete di professionisti aziendali, uno spazio perfetto per dimostrare di essere competenti in un determinato settore.
- Google+: ancora poco radicato in Italia, (finora) è usato all’estero principalmente da giovani studenti maschi e geek, utile anche per l’indicizzazione in Google.
- Pinterest: caratterizzato da un’utenza prevalentemente femminile di paesi stranieri, ottimo anche per rientrare nei risultati di ricerca restituiti da Google Images.
- Instagram: social network in crescita vertiginosa, utenza giovanile ma anche adulta e ottimo canale soprattutto per settori quali fashion, beauty, automotive e food.

Ora, tutto quello che devi fare è scegliere i social media "giusti" scoprendo le preferenze del tuo target.

Un modo per scoprire quali social media utilizzano i tuoi clienti e/o potenziali clienti è di chiedere direttamente a loro! Come?

Crea un sondaggio! Puoi distribuirlo direttamente a chi visita il tuo negozio o la tua azienda, o ovunque tu riesca ad incontrare persone interessate ai tuoi prodotti/servizi. Puoi anche crearne uno online con SurveyMonkey, ad esempio, un tool molto intuitivo e utile allo scopo. Per invogliare le persone a rispondere offri loro qualcosa: un’estrazione a premi, un buono sconto, o altri benefici tangibili.

Un altro metodo è utilizzare i plug-in di posta per scoprire quali sono i social media utilizzati dai clienti. Se utilizzi Gmail, Rapportive ti consente di vedere esattamente cosa stanno facendo i tuoi contatti sui loro social network direttamente nella posta in arrivo. Se usi Microsoft Outlook, Microsoft Outlook Connector è un programma simile. Xobni offre plug-in e app per telefono per Gmail, Outlook, Android, BlackBerry e iPhone, che ti consentono di ottenere aggiornamenti da LinkedIn, Facebook e Twitter.

Ora che sai dove trovare i tuoi clienti, scegli! Se questi social media sono nuovi per te, riservati del tempo per provarli e conoscerli prima di usarli per la tua azienda.

2. Quali sono i tuoi obiettivi sui social media?

Ora che hai deciso quali social media userai, devi decidere cosa vuoi ottenere con il loro utilizzo:

- aumentare i tuoi contatti;
- costruire il passaparola;
- aumentare le vendite di prodotti;
- diventare noto come esperto di un settore;
- portare traffico al tuo sito web o blog;
- sviluppare nuovi prodotti o servizi;
- fornire un servizio clienti.

In altre parole, è possibile utilizzare i social media per perseguire e raggiungere qualsiasi obiettivo commerciale tradizionale. Assicurati però di aver scelto un obiettivo che puoi misurare. All’inizio uno o due obiettivi sono sufficienti. Meglio essere concentrato in modo da poter eseguire coerentemente la tua strategia sui social media.

Un suggerimento. Oggi si è eccessivamente attaccati all’acquisizione del maggior numero di follower. Ottenere 1.000.000 mi piace su Facebook o 800.000 follower su Twitter è sicuramente soddisfacente ma, come obiettivo aziendale, è semplicemente sciocco! Molte aziende spendono tantissimi soldi per acquistare like, invece che investirli in maniera differente! Quei like non è detto che siano dei compratori del prodotto che stai per lanciare!

3. Come misurerai le performance del tuo piano di social media?

Le performance ottenute attraverso i social media devono essere misurate allo stesso modo di qualunque altra leva di marketing: costo e ritorno sull'investimento (ROI).

Per rendere più semplice la misurazione del ROI dei social media, ma anche per offrire ai tuoi follower social una destinazione, sarebbe bene anche che la tua piccola impresa avesse un sito web.

Con un sito web puoi utilizzare lo strumento gratuito Google Analytics per tracciare e analizzare vari dati.

Ad esempio, utilizzando la funzione degli obiettivi di Google Analytics è semplice capire se e in che modo vengono raggiunti gli obiettivi di coinvolgimento del sito; puoi ottenere informazioni sui visitatori del tuo sito, da dove vengono, quali social li hanno portati sulle tue pagine, quali sono le pagine che riscontrano più successo, etc.

A pagamento, invece, lo strumento dei web marketer per eccellenza è sicuramente HootSuite, la cui versione Pro (€ 19,00/mese) permette un’analisi ancora più approfondita del ROI sui social media.

4. Qual è il budget per il tuo piano di social media?

C’è sempre una spesa, non commettere l’errore di pensare che la gratuità dei social significhi spenderci un po’ di tempo libero ogni tanto!

Se deciderai di sviluppare una presenza sui social media per la tua piccola impresa, dovrai spendere denaro, che sia il tuo tempo (e non piccoli ritagli una tantum), oppure dovrai pagare qualcun altro che lo faccia per te.

Inoltre, non è molto proficuo utilizzare solo i social network per pubblicizzarsi, per cui vale la pena pensare e affidarsi a più canali di marketing che possano, ciascuno in maniera differente, raggiungere il maggior numero possibile di potenziali clienti.

Ecco perché devi pensare a un budget se vuoi raggiungere degli obiettivi significativi e orientarti anche sul tipo di target cui puntare. Se devi vendere oggetti informatici ad un pubblico di giovani, la comunicazione online va benissimo; se sei un’azienda che offre servizi agli anziani, dovrai utilizzare altro! Se il tuo target è composto da fasce differenti di clientela per età o stili di vita, dovrai mettere in campo più elementi del marketing mix.

In base a questo inizia a fare i tuoi conti. Troppi costi? Filtra e ragiona su cosa conviene lanciare online in termini di costi-benefici. Non ha senso spendere soldi ed energie in un calderone di proposte o messaggi, seleziona cosa è meglio pubblicizzare tenendo conto dei costi della persona che gestirà la cosa (se non potrai farlo tu) e di una base anche per campagne a pagamento per creare awareness ed engagement intorno alla tua attività e ai tuoi prodotti/servizi.

5. Chi implementerà il social media plan?

Quanto tempo avresti a disposizione? Inutile fare una stima del tempo ideale da spendere per gestire un social network, tuttavia è sempre consigliabile iniziare una programmazione con post giornalieri e campagna a pagamento, per poi scendere ad un minimo di circa 3 post a settimana.

Tieni a mente che ogni post dovrà avere un linguaggio idoneo per il tuo target e per il social stesso. Ogni social, infatti, ha dei requisiti (più o meno tecnici) da rispettare per la pubblicazione di un buon post.
Anche le campagne a pagamento hanno bisogno di attenzione. Vanno monitorate e, eventualmente, corrette e riaggiornate…

A questo punto sei pronto!

Devi solo pensare seriamente alla variabile “tempo”: puoi mettere tutto in pratica da solo? Per quanto tempo? Anche a lungo termine?

Se la risposta è “SI”, inizia subito dal primo step indicato in questo articolo…

Se la risposta è “potrei, ma avrei bisogno di una mano”, consulta i professionisti di questa piattaforma e chiedi pure loro di fornirti maggiori indicazioni per cominciare.

Se la risposta è “NO”, inizia a cercare su N1M la persona adatta a cui affidare l’attività di creazione e gestione social media per la tua azienda, chiedendogli un preventivo…
Buona comunicazione social a tutti!
Add new comment
RadEditor - HTML WYSIWYG Editor. MS Word-like content editing experience thanks to a rich set of formatting tools, dropdowns, dialogs, system modules and built-in spell-check.
RadEditor's components - toolbar, content area, modes and modules
   
Toolbar's wrapper  
Content area wrapper
RadEditor's bottom area: Design, Html and Preview modes, Statistics module and resize handle.
It contains RadEditor's Modes/views (HTML, Design and Preview), Statistics and Resizer
Editor Mode buttonsStatistics moduleEditor resizer
 
 
RadEditor's Modules - special tools used to provide extra information such as Tag Inspector, Real Time HTML Viewer, Tag Properties and other.
   
Antispam
 

Scarica l'app Noleggia 1 Manager
Effettua il download per il tuo smartphone
Anche questi imprenditori avevano bisogno delle stesse risposte e le hanno avute:
Best Practice
 Diritto all'oblìo
X
Responsabile Privacy – DPO Marco Travaglini,
nato a Rieti il 14.10.1977, residente in Roma, via Cutilia 47
Per informazioni e richieste privacy:
Tel  +39 06 92 95 90 88
Mail info@mamaindustry.com
Copyright 2017 ® - MAMA Industry P.IVA 14080391007
Designed by MamaIndustry - Powered by Giap Informatica