Best Practice

Un sito internet informativo/esperienziale

- di Marco Travaglini
Dopo diversi anni di affiancamento e scouting di informazioni, esperienze con colleghi e continue letture su casi e progetti digitali, mi ritrovo da un paio di anni a questa parte a progettare, pianificare ed implementare progetti innovativi e digitali in prima persona, come Project Manager.

Devo dire che il passaggio non è stato semplice: la tecnologia e il digitale non sono rami esterni di un albero di business ma sono radici fondamentali della “pianta-impresa”.

Oggi tutti hanno bisogno di fare trasformazione digitale e mi sono accorto di un accostamento metodologico importante: c’è infatti poca differenza tra un progetto di ristrutturazione di una casa e quello di ristrutturazione e adeguamento di un portale web, quando questo è soprattutto strutturato da diversi impianti, sia informativi che esperienziali, che di carattere contenutistico con immagini e video.

Quando si struttura una casa si fa un progetto con un architetto e spesso, quando la ristrutturazione è più studiata nell’esperienza, nel design e nei particolari, si progettano impianti, layout fisici, arredi etc.
Un sito internet informativo/esperienziale
Stesso dicasi per un portale che raccoglie e divulga informazioni.

La progettazione tecnica del portale è frutto di un ragionamento dell’esperienza pensata che si tramuterà in fattori tecnici e design ma, all’interno dello stesso, ci sono tanti altri impianti digitali come video e contenuti legati all’esperienza dell’utente che ultimamente si annoia facilmente.

Davvero non basta più progettare e dedicare tempo alla fase preliminare: anche quando tutti gli impianti sono costruiti, si ha la sensazione che qualcosa manchi e la cura dei dettagli è fondamentale:

- dettagli non solo tecnici o funzionali;
- dettagli di immagini e video, di contenuti e layout;
- ma anche dettagli di connessione tra gli impianti stessi, le pagine stesse, le parole e l’esperienza del passaggio tra un contesto e l’altro.

Insomma, anche quando si fa una casa complessa per design e impiantistica, arredo ed esperienza di vivibilità in generale, le connessioni tra stanze, luce, sensazioni, funzionalità, sono molto complesse alla fine del progetto e ci vogliono spesso molte più settimane di quelle che servono per sgrossare la progettazione iniziale al fine di offrire quel valore aggiunto.

Non è bene fare un impianto di riscaldamento senza capire dove e come scaldare di più o di meno; come ad esempio non è bene utilizzare contenuto in massa e trasversalmente senza curare le “stanze digitali” di esperienza di lettura e inclusione.

Spero che l’esempio e il parallelismo si capisca, prendiamoci spunto!
Add new comment
RadEditor - HTML WYSIWYG Editor. MS Word-like content editing experience thanks to a rich set of formatting tools, dropdowns, dialogs, system modules and built-in spell-check.
RadEditor's components - toolbar, content area, modes and modules
   
Toolbar's wrapper  
Content area wrapper
RadEditor's bottom area: Design, Html and Preview modes, Statistics module and resize handle.
It contains RadEditor's Modes/views (HTML, Design and Preview), Statistics and Resizer
Editor Mode buttonsStatistics moduleEditor resizer
 
 
RadEditor's Modules - special tools used to provide extra information such as Tag Inspector, Real Time HTML Viewer, Tag Properties and other.
   
Antispam
 

Scarica l'app Noleggia 1 Manager
Effettua il download per il tuo smartphone
Anche questi imprenditori avevano bisogno delle stesse risposte e le hanno avute:
Best Practice
 Diritto all'oblìo
X
Responsabile Privacy – DPO Marco Travaglini,
nato a Rieti il 14.10.1977, residente in Roma, via Cutilia 47
Per informazioni e richieste privacy:
Tel  +39 06 92 95 90 88
Mail info@mamaindustry.com
Copyright 2017 ® - MAMA Industry P.IVA 14080391007
Designed by MamaIndustry - Powered by Giap Informatica